Smart Home: il futuro è oggi!

04/05/2020

Autore: Andrea Lucchin

08 05 1920X600

La Smart Home o “casa intelligente” identifica la possibilità di gestire, in modo automatico e/o da remoto, impianti e dispositivi diversi all’interno di un’abitazione, al fine di risparmiare energia, semplificare la vita domestica e garantire la sicurezza delle persone all’interno.

Smart Home equivale a domotica?

Quindi Smart Home equivale a domotica? Questa è una definizione limitante, anche se è vero che la domotica ne è parte integrante, perché nella “casa intelligente”, grazie all’aggiunta degli Smart Speaker e dell’IoT, il campo delle applicazioni si è ampliato a 360 gradi, coinvolgendo qualsiasi aspetto e dispositivo della casa.

La Smart Home è la “soluzione” che semplifica il percorso per raggiungere i tre obiettivi primari di un’abitazione:

  1. Risparmio Energetico
  2. Sicurezza
  3. Comfort Abitativo

A seguire alcuni esempi di tecnologie già disponibili che permettono di:

  • Gestire la climatizzazione e la temperatura degli ambienti, grazie ai termostati e ai condizionatori con Wi-Fi integrato.
  • Controllare gli elettrodomestici connessi: ad esempio la lavatrice che si accende con lo smartphone o il frigo in grado di imparare le abitudini della famiglia e gestire la spesa in automatico.
  • Gestire scenari, come uscire di casa o rientrare a casa.
  • Gestire l’illuminazione tramite rilevatori di presenza e/o sensori crepuscolari.
  • Monitorare costantemente i consumi energetici, attivando in automatico i carichi energivori nella fascia a minor costo della corrente o nel momento di massima produzione dell’impianto fotovoltaico, se presente.
  • Segnalare la qualità dell’aria e attivare la ventilazione forzata.
  • Segnalare la presenza di fumi, allagamenti, cortocircuiti, incendi, dispersioni elettriche.
  • Sicurezza antintrusione con sistema di videosorveglianza gestibile da smartphone.
  • Monitorare vari parametri richiesti dagli utenti come il tasso d’umidità, la temperatura, la qualità dell’aria.

 

Se prima, la sola domotica si basava su sensori fisici per poter funzionare, ora con l’integrazione dell’IoT anche questo limite è superato. Sfruttando informazioni esterne dal web, posso ampliare le funzionalità, ad esempio se soffro di allergia posso collegare il bollettino dei pollini a un depuratore d’aria che agirà di conseguenza migliorando l’aria negli ambienti in cui vivo.

Se prima, per controllare la domotica era necessario un apparecchio fisico, adesso con l’avvento degli Smart Speaker anche questo muro è stato superato. L’unico elemento di cui ho bisogno è la voce, con la quale posso eseguire gli stessi comandi ma anche implementarli grazie al servizio gratuito IFTTT (If-This-Then-That) che, collegando diversi servizi esterni, permette di automatizzare le nostre azioni quotidiane, aiutando le APP o SKILL a dialogare con i vari dispositivi per farli lavorare in sinergia.

In definitiva la Smart Home non è futuro ma presente: un settore in continua crescita tecnologica, in grado di collegare in modo trasversale mercati fino a ieri considerati indipendenti come sicurezza, illuminotecnica, idraulica, fotovoltaico e rinnovabili, facendoli lavorare in sinergia e ottenendo soluzioni adatte a tutte le esigenze.

 

Elettroveneta SpA - Sede: Padova Viale della Navigazione Interna, 48 - Cap.Soc.Int.Vers. €520.000 - Reg.Imp.Pr.PD n°44121bis - P.IVA 00184820280